GOOD N.E.W.S (North-East-West-South)! I’m in EU!

Pubblicato il - Categorie: Erasmus Plus - Allegati: 1

AZIONE KA2 – PARTENARIATI STRATEGICI

Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche

ERASMUS PLUS

RESPONSABILE PROGETTO
Carollo Marisa

DOCENTI IMPEGNATI
Tutti i docenti delle classi seconde B –C

ALLIEVI PARTECIPANTI
Tutti gli alunni delle classi seconde B –C 

 

FINALITA’

Gli obiettivi del progetto sono:

  • Riflettere sugli aspetti comuni e diversi dei paesi coinvolti
  • Promuovere e valorizzare il patrimonio culturale
  • Promuovere un dialogo costruttivo ed attivo tra diverse culture
  • Accettare e coesistere con popoli diversi, riconoscendone i diritti
  • Riconoscere nel confronto con gli altri un’occasione di crescita, di arricchimento, favorendo una dimensione di sviluppo e progresso
  • Disseminare conoscenza
  • Acquisire apprendimento significativo e sviluppare concetto di cittadinanza attiva
  • Abbattere stereotipi culturali attraverso lo studio degli altri paesi europei e sviluppare aperture verso la diversità, atteggiamenti di tolleranza e cooperazione
  • Stabilire e promuovere contatti sociali e cooperazione con altre scuole straniere
  • Sviluppare un senso di appartenenza all’Europa, promovendo l’integrazione tra i vari paesi europei
  • Contribuire a costruire una comunità aperta, avulsa da pregiudizi e barriere

Attraverso l’attività di Orienteering gli obiettivi sono:

  • Fare esperienza di ambienti diversi in cui gli studenti riescano ad orientarsi applicando le proprie abilità
  • Sperimentare i veri valori dello sport ed applicarli ai vari contesti di vita, rifiutando ogni forma di violenza
  • Fare parte di un gruppo, le cui regole sono condivise e rispettate così come ciascun membro del gruppo
  • Sviluppare competenze di orientamento spaziale, percezione dello spazio giudicando distanze e traiettorie
  • Scoprire aree urbane ed extra-urbane del proprio paese e di un paese estero
  • Acquisire competenze di base e life skills
  • Migliorare le competenze linguistiche

Attraverso l’espletamento delle attività si sviluppano anche competenze trasversali come ad esempio:

  • Acquisizione di competenze digitali,
  • Acquisizione di strategie di apprendimento significativo,
  • Sviluppo della creatività, del pensiero critico, dell’abilità a prendere iniziative, problem solving, e dell’abilità a collaborare

 

ATTIVITÀ

Per raggiungere tali obiettivi verranno organizzate le seguenti attività:

  • Laboratori
  • Logo
  • Presentazioni multimediali
  • Video
  • Prezi
  • Newspaper
  • Diario di bordo
  • Quiz
  • Sito web
  • Prodotti interdisciplinari quali poesie, canzoni, disegni, slogan…
  • Mostra finale
  • Workshop per gli insegnanti in occasione dei trasferimenti all’estero

 

TEMPI

Biennio 2018/19 – 2019/2020

Il progetto, finanziato dal programma Erasmus plus – azione chiave 2 partenariati strategici tra scuole per la cooperazione e lo scambio di buone pratiche, coinvolge gli studenti e gli insegnanti di 4 paesi europei: Italia (scuola capofila e coordinatrice del progetto), Spagna, Lituania e Romania.

L’idea del progetto nasce dal bisogno di accrescere la consapevolezza dei nostri studenti e della nostra comunità di essere cittadini europei, ampliando i nostri confini e innescando una riflessione sul fatto che ciascuno di noi è simile all’altro per certi aspetti, ma allo stesso tempo diverso perché ognuno si contraddistingue per le proprie peculiarità e caratteristiche.

Il contesto di riferimento del partenariato riflette questa varietà, infatti il coinvolgimento della Lituania nel nord-est dell’Europa, della Romania ad est, della Spagna ad ovest e dell’Italia al sud, offre la possibilità di conoscere e confrontare un’ampia zona dell’Europa, cercando di coglierne il significato politico, geografico e culturale.

Il tema principale del progetto è l’attività di ORIENTEERING, attività che diventa il punto di partenza per permettere ai nostri studenti di crescere e diventare un membro attivo di una fervente comunità europea. Le regole sportive sono un’occasione piacevole per abituarsi al rispetto delle regole: regole nella società, regole nella vita familiare, regole a scuola e regole di convivenza civile, indispensabili per far sì che gli studenti possano diventare dei bravi sportivi, dei bravi studenti, dei buoni amici e dei buon cittadini!

Durante le attività del progetto gli studenti non solo impareranno in modo divertente il rispetto delle regole ma svilupperanno allo stesso tempo altre competenze, come le competenze linguistiche, aprirsi a nuove opportunità di confrontarsi con contesti interculturali, contribuendo a formare una comunità europea dalla mentalità aperta a nuove prospettive.

Tutto ciò è possibile grazie alla connotazione interdisciplinare del progetto, dal momento che le attività prevedranno il coinvolgimento di varie discipline, come: lingue straniere, educazione fisica, informatica, geografia, arte e educazione ambientale (scienze e tecnologia).

Inoltre le attività proposte saranno coinvolgenti e motivanti, verranno svolte delle gare, verranno organizzati dei laboratori, dei workshop e soprattutto saranno anche transnazionali, cioè collaborando con altri studenti dei paesi partner, in tal modo, lavorando insieme,i nostri studenti potranno direttamente fare esperienza e scoprire differenze ma anche caratteristiche comuni, senza dover però rinunciare alla propria identità culturale.

Il nostro target è composto da alunni delle classi seconde, ma certamente il nostro scopo è quello di coinvolgere, direttamente o indirettamente anche le famiglie e l’intera comunità.

Tra le aspettative del progetto c’è senz’altro la volontà che i risultati ottenuti, tangibili o non, siano fruibili anche dopo il completamento del progetto

Il progetto si espleta in tre fasi:

  • Good N.E.W.S!
  • ORIENTEERING! I’m looking for you, I’m looking for me!
  • I’M IN EU!

1. La prima fase è utile per introdurre il progetto e dare la possibilità agli studenti di conoscere i paesi coinvolti nel partenariato in tutti i suoi aspetti e le sue peculiarità, conoscendone la storia, la cultura, le tradizioni, il territorio, la vita sportiva, la musica, le abitudini del tempo libero, la lingua…

I ragazzi lavoreranno in gruppo per preparare:

  • Un logo, che sarà poi caricato e votato sul sito dedicato al progetto
  • Una presentazione multimediale sulla propria nazione (raccoglieranno informazioni, produrranno foto e video)

Poi in gruppi transnazionali e virtuali dovranno creare un unico prodotto interculturale ed interdisciplinare che raccolga le informazioni e gli aspetti storici, culturali, geografici, artistici di tutti i paesi del partenariato N (nord), E (East) W (West) e S (South) il nord, est, ovest e sud rappresentati rispettivamente da Lituania, Romania, Spagna e Italia, cogliendone le differenze e le caratteristiche comuni.

2. La seconda fase prevede attività di Orienteering, che permette agli studenti di “orientarsi” nello sport ma induttivamente anche nella società e nella vita.

Prima della mobilità le scuole che accoglieranno gli studenti di un’altra nazione dovranno preparare tutto il materiale necessario per organizzare le attività di Orienteering (Foot O e Trail O), quindi mappe, scelta del luogo, percorsi, premi, certificati di partecipazione, brochure, bussole… Nel frattempo gli altri studenti che si preparano alla partenza dovranno informarsi, studiare e mettersi alla prova sulle conoscenze acquisite del paese che andranno a visitare.

3. Durante la permanenza all’estero, i ragazzi oltre a partecipare all’attività di Orienteering e alla premiazione dei vincitori, potranno fare foto, video, interviste, visitare luoghi di interesse, stare a contatto con la natura e l’ambiente, scrivere un diario di bordo e raccogliere materiale utile alla preparazione di un giornalino che racconterà la loro esperienza nel paese ospitante. Al rientro dunque i “N.E.W.S. journalists” si occuperanno della stesura degli articoli e del materiale da publicare in un “N.E.W.S. paper” digitale e cartaceo.

  • Duante la terza fase I’m in EU! è prevista una fase di riflessione su come ciascun partecipante era ed è poi diventato in seguito alla partecipazione al progetto Erasmus plus, ovverosia a come si sentono in quanto cittadini europei.

Riflettendo sul concetto di inclusione, integrazione, tolleranza e intercultura i docenti guideranno gli studenti ad andare oltre gli stereotipi portandoli a divenire buoni cittadini europei.

Verranno realizzati prodotti interdisciplinari che meglio rappresentino l’idea di appartenenza ad una comunità europea, in particolare:

  • Poesie
  • Canzoni
  • Slogan
  • Disegni
  • Simboli
  • Qualsiasi altro prodotto creativo che possa al meglio servire allo scopo.

Tutto il materiale creato verrà poi raccolto in un libretto – booklet, votato sul sito e mostrato in un’esibizione finale che verrà allestita in ciascun paese partner come attività conclusiva del progetto. In tale occasione è prevista anche la premiazione dei prodotti più rappresentativi e che meglio corrispondono al concetto di appartenenza ad un’unica comunità europea.

La conclusione del progetto sarà solo l’inizio per una continua ed ulteriore collaborazione con i paesi coinvolti.


I commenti sono chiusi.