Il contesto

Il  Comune di Alcamo  ricade al centro della vasta area che si affaccia sul Golfo di Castellammare, sulla costa nord della Sicilia Occidentale.
L’area che ruota attorno al Golfo di Castellammare è particolarmente ricca di risorse culturali ed ambientali: il mare, le aree archeologiche di Segesta e Monte Jato, le Riserve Naturali dello Zingaro e di Monte Bonifato, la querceta di Angimbè, il complesso di Monte Inici, centri storici, castelli, torri, tonnare, bagli e masserie di grande interesse storico architettonico e ben inseriti nel paesaggio agrario, dominato dalla presenza del vigneto che costituisce un fondamentale fattore di identità locale.

La città di Alcamo, con i suoi 45.546 abitanti, ha una economia integrata, i cui settori portanti sono costituiti dall’agricoltura, dalle attività artigianali e di piccola industria e dalle attività commerciali.

Data la sua posizione ottimale al centro dell’area del Golfo, la città di Alcamo ha diverse potenzialità di sviluppo identificabili soprattutto nelle risorse naturalistiche-paesaggistiche dell’area. Non meno importante è la capacità di attrazione turistica del patrimonio storico-culturale della città con i suoi itinerari storico-architettonici e archeologici: i resti dell’antica città di Alqamah su Monte Bonifato, il Castello dei Conti di Modica, il Castello di Calatubo,  il Collegio dei Gesuiti, la Chiesa Madre.

Nel centro urbano di Alcamo,  sono presenti diverse istituzioni culturali ed educative,  scuole e impianti per il tempo libero dei ragazzi, centri sportivi pubblici (palestra comunale, campi da tennis,) e privati (scuole di danza, palestre) con cui l’Istituto Comprensivo “S. Bagolino” intrattiene intensi rapporti di collaborazione e partenariato.